Risparmiare le spese del notaio

14.08.2017

Pur non essendo esperti di materie giuridiche, cerchiamo di capire se è possibile spendere di meno, andando dal notaio.

Innanzitutto, dobbiamo dire che il diritto è caratterizzato da una progressiva semplificazione che intende avvicinare il cittadino alle istituzioni.

L'introduzione dell'auto-certificazione, ad esempio, è stata un'importante novità che ha eliminato l'obbligatorietà di ottenere il sigillo di un pubblico ufficiale che accerti l'autenticità e la veridicità di quanto attestato.

In fondo, qual è il ruolo del notaio? È un pubblico ufficiale che deve garantire la liceità di quanto si svolge tra due privati, o nei casi stabiliti dalla legge.

Oggi, in molti casi, non vi è più necessità di rivolgersi al notaio. Risparmiare dal notaio comincia da qui. Valutiamo bene ciò che possiamo fare da noi (ad es. una semplice scrittura privata, un'auto-dichiarazione, una mera visura catastale) ed evitiamo di avere sempre il notaio come riferimento.

Esistono ovviamente delle fattispecie giuridiche in cui rivolgersi al notaio è imprescindibile, come ad esempio l'apertura di una società o l'acquisto di un immobile. Per quest'ultima situazione, bisogna però specificare che con il decreto concorrenza è stato abolito l'atto notarile per l'acquisto di immobili da uno non abitativo dal valore inferiore ai 100.000 €. Che significa questo? Che quando dovete comprare un box o una cantina e il suo valore è inferiore a questa cifra, si può fare a meno del notaio.

Sempre rimanendo in campo immobiliare, il notaio non è necessario quando si decide di comprare casa all'asta giudiziaria. A parte il fatto che si risparmia notevolmente anche solo con l'acquisto, pagando un prezzo decisamente inferiore al prezzo di mercato, ma il decreto con cui il giudice sancisce il passaggio di proprietà vale a tutti gli effetti come rogito notarile.

Questo, in linea generale. Per il resto, le tariffe applicate dall'ordine professionale non sono così standardizzate come sembra. I compensi notarili possono variare da professionista a professionista ed è possibile che vi siano degli sconti sulle tariffe applicate. Non è raro che per spendere di meno dal notaio si richiedano più preventivi, al fine di valutare il prezzo migliore. Accertatevi che tali preventivi comprendano sia l'onorario che le tasse, in modo da non avere brutte sorprese.

Un secondo modo per risparmiare dal notaio: è importante farsi consigliare al meglio sullo strumento da utilizzare per le vostre esigenze. Il costo dell'atto può cambiare a seconda della natura dello strumento.

Tutto adesso, inoltre, funziona in via telematica e le comunicazioni ne risultano agevolate riducendo i costi logistici ed il tempo. La Pec è stato un salto importante in quanto certifica l'autenticità del mittente e può essere utilizzata dal notaio, attraverso la firma digitale certificata, per inviare direttamente le documentazioni su richiesta.